Risparmia in Farmacia Store

Reflusso Gastroesofageo … quel fastidioso bruciore in gola!

Reflusso Gastroesofageo … quel fastidioso bruciore in gola!

Ecco perché dovremmo prenderci cura del nostro esofago.

Sapevate che il reflusso gastroesofageo è una  patologia che induce frequenti accessi al pronto soccorso?

Ebbene sì, uno dei sintomi peculiari, nonché confondenti, è il dolore retrosternale: i pazienti talvolta credono di avere un infarto! Infatti, è considerato un malessere sistemico che coinvolge più apparati e dal quadro clinico molto vario.

Quali sono gli altri sintomi?

- Alitosi (90% dei pazienti)

- Abbassamento di voce

- Raucedine

- Tosse stizzosa

- Carie

- Asma

- Disfagia 

Ma è così grave?

Assolutamente no! E' proprio qui che risiede la sua particolarità, non rappresenta un rischio rilevante ed evolve solo in rarissimi casi in tumore, tuttavia inficia moltissimo sulla qualità della vita del paziente causando disagio, spesso paragonato al disagio che provoca, nell'intestino, il colon irritabile.

Qual è la causa principale?

Premessa necessaria: l'esofago, a differenza dello stomaco, non ha una robusta mucosa di protezione in quanto è un semplice tubo di passaggio dalla cavità orale allo stomaco. Pertanto, i componenti del succo gastrico (ad esempio la pepsina) possono insinuarsi tra le cellule, andando a degradare le giunzioni cellulari portandosi più in profondità. Il dolore esofageo, dunque, è provocato dal contatto dell'acido con le terminazioni nervose della sottomucosa. Inoltre, alla base del reflusso deve esserci anche il rilasciamento dello sfintere esofageo inferiore.

*I pazienti sovrappeso hanno un aumento del rischio, causato dall’aumento di pressione intraddominale che dilata lo hiatus (orifizio) diaframmatico, il quale aiuta a tenere chiuso lo sfintere. 

Fattori di rischio da tenere a bada

- Fumo

- Alcol

- Caffè

- Cioccolato

- Grassi

- Peperoncino, vino bianco

Cura e prevenzione

Innanzitutto modificare lo stile di vita e non dimenticare l'importanza di un'alimentazione sana in connubio con una gratificante attività fisica! 

Nonostante il reflusso sia spesso trattato con farmaci quali antiacidi e inibitori di pompa, tuttavia non risolvono totalmente la causa poichè nello stomaco vi sono anche altre sostanze che vengono riversate, per cui alcuni dispositivi medici e integratori di ultima generazione hanno la capacità di completare l'efficacia della cura. 

Questi ultimi sono composti da sostanze quali sodio alginato, gomme ed altri estratti vegetali che svolgono una doppia funzione:

  1. Creano una specie di mucillagine che riveste l'esofago favorendo una maggiore protezione della mucosa
  2. Ostruiscono leggermente lo sfintere, sfavorendo il reflusso.

Integratori e dispositivi medici

Gastrotop

Gastrotop

A nostro avviso, si tratta di uno dei prodotti migliori sul mercato: unisce la funzione del sodio alginato (prima descritta), all'acido ialuronico, che favorisce la cicatrizzazione e riepitelizzazione dell'esofago danneggiato.

Marial

Marial

Dispositivo medico molto efficace, composto da gomme che rivestono l'esofago e la bocca dello stomaco. 

Nova Reflux 

Nova Reflux

Integratore liquido di immediato sollievo nel caso di senso di bruciore anche nella parte alta dell'esofago/gola. Si tratta di mucillagini completamente naturali, con estratto di camomilla con effetto carminativo. Ideale per reflussi caratterizzati da gonfiore di stomaco.

Inibitori di pompa:

Si tratta dei farmaci comunemente utilizzati per il trattamento di acidosi gastrica e reflusso acido. Risolutivi nella maggior parte dei pazienti caratterizzati da iper-produzione di acido.

Maalox Reflusso

Maalox Reflusso


Nexium Control

Nexium Control