> VARIE > INFUSI - TISANE - CAFFE' > SPECCHIASOL - MIRRA OFFICINALE
SPECCHIASOL - MIRRA OFFICINALE Gomma grani, 1 Kg -20%

SPECCHIASOL - MIRRA OFFICINALE

Gomma grani, 1 Kg

Specchiasol

Prodotto in promozione: sconto -20%
Codice: 971028408
Marca: Specchiasol
Prezzo: 40,99 € 51,24 € IVA incl.
Descrizione
Richiedi informazioni

ERBE OFFICINALI SPECCHIASOL

Le erbe Specchiasol rappresentano il perfetto connubio tra "la genuinità della tradizione ed il rigore scientifico"

Le Erbe Specchiasol sono:

  • Erbe selezionate e controllate fin all'origine, con la garanzia di specifiche analisi organolettiche, analisi microbiologiche e chimico-fisiche (contenuto di principi attivi, pesticidi, metalli pesanti, micotossine, ecc.).
  • Erbe da coltivazione Biologica certificate e con Marchio di Denominazione Comunale di Origine.
  • Tecnologia avanzata di confezionamento sottovuoto e con immissione di gas inerte, per preservare al meglio le caratteristiche organolettiche e le proprietà delle erbe.

ERBE SPECCHIASOL: UN "CLASSICO" RIPROPOSTO IN CHIAVE MODERNA

Erbe Professionali da 1 Kg in confezione sottovuoto

La mirra

La corteccia degli alberi del genere Commiphora ha cavità dal quale fuoriesce un essudato giallo pallido, che presto si indurisce fino a formare lacrime o masse rosso-giallastre o marroni-rossicce. La droga è rappresentata da questi essudati e prende il nome dimirra.

Gli alberi o arbusti che forniscono questa droga sono diversi, tra cui i più noti sono Commiohora myrrha (Nees) Engl. e Commiphora mukul (Hook ex Stocks) Engl., quest'ultimo noto come guggul.

La storia della mirra è antica: conosciuta già nell’Antico Egitto per la pratica dell’imbalsamazione; si trova in vari passi della Bibbia, è uno dei componenti principali dell’olio santo per le unzioni, nonché un profumo citato sette volte nel Cantico dei Cantici; nel Vangelo di Matteo fu uno dei doni portati dai Re Magi al Bambino Gesù.

Nella Grecia antica la mirra era ampiamente utilizzata ed un episodio mitologico ne narra l’origine legandola a Mirra, figlia del re di Cipro e madre di Adone.

Nella medicina cinese venne introdotta nel VII secolo e da allora utilizzata per trattare disturbi come emorragie, dolori e ferite.

La mirra contiene l’1,5-1,7% di un olio volatile; fino al 40% di resine e il 60% circa di gomma costituita da diversi zuccheri.

Proprietà della mirra

Parlare di mirra ci rimanda subito all’albero omonimo Commiphora myrrha (Nees) Engl., in realtà di alberi che producono la mirra ce ne sono diversi, ognuno con delle proprietà caratteristiche.

In generale, tutte le resine di mirra prodotte mostrano proprietà astringenti sulle mucose e antimicrobiche, grazie anche all’olio volatile composto da erabolene, limonene, dipeptene, pinene, eugenolo, cinnamaldeide, cuminaldeide ed altro ancora.

La Commiphora myrrha (Nees) Engl., in particolare, costituisce la miglior applicazione per la cura di gengiviti, faringiti e tonsilliti. È presente in moltissimi prodotti utilizzati per le affezioni delle vie respiratorie e nei colluttori.

Inoltre, ha una specifica attività antinfiammatoria e analgesica, potenziata dalla associazione con estratti di Boswellia. L’azione analgesica è resa possibile dai sesquiterpeni in grado di attivare recettori oppioidi.

La mirra è considerata anche non irritante, non sensibilizzante e priva di fotosensibilità. Inoltre, lo Z-guggulsterone, isolato dall’olio essenziale della oleogommoresina di Commiphora mukul (Hook ex Stocks) Engl., una delle più importanti droghe della medicina Ayurveda, mostra una interessante attività stimolante la tiroide.

Oltre ad agire a livello tiroideo, stimola, anche, il fegato a metabolizzare il colesterolo LDL, il cosiddetto colesterolo “cattivo”: riduce il VLDL, LDL e trigliceridi, aumentando nel contempo il valore di HDL, in questo modo agisce anche sulla riduzione del rischio da placche aterosclerotiche.

Inoltre, il fitocomplesso del guggul agisce nella cura di altre patologie quali l’obesità, grazie alle azioni di stimolo sulla tiroide e di riduzione del dismetabolismo lipidico, oltre al miglioramento della digestione e del metabolismo generale.

La mirra è utilizzata soprattutto come tintura ed estratto fluido, ma anche in polvere, estratto secco, olio e in pomate per uso esterno nel caso di labbra screpolate, ferite, ulcerazioni, emorroidi.